page loader

Canapa in Italia: in 3 anni + 200% di coltivazioni

“Il boom della coltivazione della canapa è un’ottima dimostrazione della capacità delle imprese agricole di scoprire e sperimentare nuove frontiere"

February 02, 2017
| | |
150 Likes
| Shares:
Image Carousel

 

“Dai tessuti alla pasta, dalla birra ai cosmetici, dalla carta ai saponi, dai biscotti al pane ma anche detersivi, vernici o addirittura mattoni per la bioedilizia, in Italia negli ultimi tre anni nel settore Canapa si è registrato un aumento del 200% dei terreni coltivati a livello nazionale, che oggi raggiungono quasi i tremila ettari”.

E’ quanto emerge da uno studio della Coldiretti che in un lungo comunicato dice: “Dalla canapa si ottengono eco-mattoni da utilizzare nella bioedilizia che, oltre a garantire un’alta capacità isolante, sia dal caldo che dal freddo, assorbono anche Co2, ma c’è anche il pellet di canapa per il riscaldamento, che assicura una combustione pulita”.
 
Bioedilizia: Leggi la nostra intervista!
 
“Il boom della coltivazione della canapa è un’ottima dimostrazione della capacità delle imprese agricole di scoprire e sperimentare nuove frontiere e soddisfare i crescenti bisogni dei nuovi consumatori - ha affermato il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo - proprio da queste esperienze di green economy si aprono opportunità di lavoro nelle campagne che possono contribuire alla crescita sostenibile e alla ripresa economica ed occupazionale del Paese”.
 
Coltivazione, cosa cambia con la nuova Legge?

Le normativa dice che non è più necessario, da parte delle aziende, ottenere autorizzazioni per la semina di varietà di canapa con contenuto di THC al massimo dello 0,2% tradotto in maniera pratica significa che non è più necessaria la comunicazione alle Forze dell’Ordine della stazione più vicina all’insediamento agricolo-industriale.

La percentuale di THC contenuta nelle piante, ed è questo uno degli aspetti cruciali della legge, potrà arrivare fino ad un massimo dello 0,6% senza creare alcun tipo di problema per l’imprenditore.

I controlli sulle piantagioni potranno essere eseguiti da un soggetto unico alla presenza del coltivatore e al termine del controllo gli addetti sono tenuti a rilasciare un campione prelevato per ulteriori contro verifiche.

Altra “novità” della Legge è stato previsto uno stanziamento annuale da 700mila euro per favorire “il miglioramento delle condizioni di produzione e trasformazione nel settore della canapa”.

 

Approfondisci il Tema

- Cinque cose da sapere sulla Canapa in Italia

- Coltivazione Canapa, quali semi scegliere?

- Nuova Legge sulla Canapa e prospettive per il 2017

Tags: Business , Canapa , Cannabis , CBD , Economia , Enecta , Health , Hemp , MedicalCannabis , News , Realx , Support , THC , Work
Leave a comment

Please note, comments must be approved before they are published