page loader

Cannabis, favorevoli o contrari? I pro e contro della legalizzazione

Secondo un sondaggio Ecdda, il 32% degli italiani fuma saltuariamente Cannabis mentre in Colorado l’uso di Cannabis tra i più giovani è diminuito

December 13, 2016
| | |
150 Likes
| Shares:
Image Carousel

 

 

La Legge sulla legalizzazione della Cannabis in Italia è ferma al palo, l’unico provvedimento passato negli ultimi mesi ha riguardato la Canapa, con alcune novità che tendono, tra le varie, a deresponabilizzare gli agricoltori circa la presenza del THC nelle piante, il cui limite è stato alzato fino allo 0,6%.

Di seguito cercheremo di rispondere ad alcune domande, le cui risposte spesso vengono usate da conservatori e favorevoli alla legalizzazione in uno scontro a cui saltuariamente l’opinione pubblica assiste da anni senza mai affrontarlo in maniera concreta, così come stanno facendo in altri paesi europei, senza scomodare gli Stati Uniti, dove la Cannabis sta contribuendo anche in maniera concreta al sistema economico a stelle e strisce.
 
 
Quali i vantaggi economici legati alla legalizzazione della Cannabis?

Nascita di un mercato legale e quindi la nascita di una “nuova” economica, tuttavia, come testimonia il caso americano, il mercato nero resta in piedi.

Secondo uno studio pubblicato, negli Stati di Washington e Colorado dove c’è stato un processo di legalizzazione, la quota del mercato nero è rimasta intatta attestandosi al 30%.

Questo tipo di problematica è legata ai costi di produzione e alle tasse sul consumo, se le tasse sono alte il mercato illegale continuerà a tenere alta la sua quota. Avviando invece, almeno nella fase iniziale, un livello di tassazione basso, è possibile avviare il maggior numero possibile di clienti che vengono così sottratte dal mercato illegale.
 

Con la legalizzazione aumenta il numero di consumatori?

Con la legalizzazione uno dei punti maggiormente sostenuti dai conservatori è che aumenterà il numero di consumatori.

Secondo un sondaggio Ecdda, il 32% degli italiani fuma saltuariamente Cannabis tuttavia in Colorado, ad esempio, dopo la legalizzazione, l’uso di Cannabis tra i più giovani è diminuito mentre in generale il consumo di marijuana era cresciuto già prima della legalizzazione.
 

Con la legalizzazione aumenterà la spesa sanitaria?

In maniera teorica la legalizzazione della Cannabis dovrebbe portare sul mercato una marijuana pulita che non sia trattata come quella presente sul mercato.

Lana di vetro, Piombo, Lacca, Ferro, Cobalto sarebbero sono alcune delle sostanze presenti nella Cannabis che circola nei mercati neri italiani. Un’immagine choc che arriva da un’inchiesta condotta da L’Espresso sul mondo della Cannabis.

L’uso di queste sostanze nocive viene fatto per aumentare il peso della marijuana e quindi aumentare i ricavi prodotti dalle vendite. L’Università di Berna, sempre secondo L’Espresso, ha analizzato 191 campioni di marijuana sequestrati e dai risultati pubblicati emerge come il 91% della Cannabis analizzata sia contaminata. Dunque al momento non esiste una correlazione tra l’aumento della spesa sanitaria come conseguenza della legalizzazione della Cannabis.
 

Con la legalizzazione aumenterà il numero di reati?

In teoria con un mercato legale diminuisce la possibilità di avere contatti con il mercato nero e l’illegalità quindi diminuisce in maniera drastica la possibilità di commettere un reato. Diminuirà il numero di soggetti che affollano le carceri italiane per reati legati al mercato nero, tuttavia una delle caratteristiche della criminalità organizzata è di infiltrarsi anche nell’economica legale e quindi è difficile stabilire come il numero di reati possa mutare a fronte di una adeguata legge sulla legalizzazione della Cannabis.
 

 

 

Tags: Cannabis , CBD , Crystal , Enecta , Hemp , MedicalCannabis , News , Oil , Support
Leave a comment

Please note, comments must be approved before they are published

0
$0.00

Cart

X