page loader

Coltivazione Canapa, la Regione Puglia stanzia 1,5 milioni

La Legge regionale prevede una dotazione finanziaria di 1,5 mln, ripartiti tra il 2017, 2018 e 2019 dove ogni intervento è destinato alla cannabis sativa

March 31, 2017
| | |
150 Likes
| Shares:
Image Carousel

 

La Regione Puglia sarà chiamata a promuovere nel territorio la coltivazione, la trasformazione e la commercializzazione della canapa, riconoscendo nella cannabis sativa una coltura in grado di contribuire alla riduzione dell'impatto ambientale in agricoltura, della desertificazione e della perdita di biodiversità.

Il ritorno alla coltivazione della Canapa in Italia sta ‘contagiando’ tutte le regioni italiane e quella appena citata è la proposta di legge di promozione della coltivazione della canapa per scopi produttivi ed ambientali, approvata oggi all'unanimità dalla commissione Attività produttive del Consiglio regionale pugliese.

La proposta, il cui primo firmatario è il consigliere regionale del M5S Cristian Casili, ha recepito gli emendamenti del governo regionale ed integrato alcune parti della proposta di Legge presentata da Gianni Liviano (Emiliano Sindaco di Puglia), che mirava a creare una filiera agro-industriale.

Risorse - La Legge regionale prevede una dotazione finanziaria di 1,5 milioni di euro, ripartiti tra il 2017 (100mila euro), 2018 (600mila) e 2019 (800mila), dove ogni intervento previsto è destinato esclusivamente alla cannabis sativa con un contenuto di tetraidrocannabinolo (Thc) inferiore allo 0,2% e comunque non superiore allo 0,6% coltivata secondo le pratiche dell'agricoltura biologica e integrata.

E' esclusa quindi la coltivazione per qualsiasi attività finalizzata alla produzione ed estrazione di sostanze stupefacenti ad uso farmaceutico. Tra gli interventi previsti nella proposta di legge ci sono le attività di ricerca, di coltivazione, raccolta, movimentazione, stoccaggio e realizzazione di impianti; l'impiego della canapa nei settori della bioedilizia, alimentare e farmacologico; la coltivazione della canapa a fini depurativi - bonifica dei terreni inquinati.

Chi può beneficiare dei contributi? - Tra i soggetti beneficiari dei contributi ci sono le aziende - cooperative - consorzi ed associazioni di produttori agricoli o d'imprenditori del settore industriale, alimentare ed ambientale, oltre che dipartimenti universitari, istituti scolastici ed altri enti pubblici e privati di istruzione e ricerca.

Tags: Agricoltura , Canapa , Cannabis , CBD , Enecta , Indica , MedicalCannabis , News , Sativa , Study , Support , Terapy , THC , Work
Leave a comment

Please note, comments must be approved before they are published