page loader

Il ddl sulla Cannabis legale rinviato ad ottobre

"Quelli che più fieramente sono contro la legalizzazione della Cannabis sono quelli che erano contro il divorzio e l’aborto e poi contro la fecondazione assisti

September 16, 2016
| | |
150 Likes
| Shares:
Image Carousel

"Quelli che più fieramente sono contro la legalizzazione della Cannabis sono quelli che erano contro il divorzio e l’aborto e poi contro la fecondazione assistita e le unioni civili. La storia gli darà torto"

 

 

E’ stata rinviata ad ottobre la discussione sulla proposta di legge per la legalizzazione della Cannabis in Italia. La notizia è stata data sui social da Daniel Farina, deputato e relatore del ddl di Legge.

“Da ieri è ufficiale – si legge nella nota di Farina -  Il voto dell'Aula di Montecitorio per il rinvio della legge alle commissioni referenti non sarà nel mese di settembre ma, verosimilmente, il prossimo. Sessione di bilancio permettendo. È una sorda resistenza che si rinnova ad ogni passo. Di maggioranza ma anche di parte delle opposizioni”.

Il timore di molti è che il ritorno in commissione del disegno di legge porti inseguito ad ulteriori rinvii fino ad arrivare al 2017.

Il rinvio è stato frutto di una vera e propria strategia politica messa in piedi dal fronte proibizionista con gli oltre 1700 emendamenti presentati al testo di cui 1300 da Area Popolare

"Quelli che più fieramente sono contro la legalizzazione della Cannabis – ha commentato Benedetto Della Vedova - sono quelli che erano contro il divorzio e l’aborto e poi contro la fecondazione assistita e le unioni civili. La storia gli darà torto".

Della Vedova ieri durante un intervento pubblico a chi dice "Ma con tutti i problemi che ci sono in Italia, voi vi occupate di canne?" ha risposto così: “Io rispondo che se due priorità italiane sono sicurezza e conti pubblici, la legalizzazione della cannabis darebbe un contributo non marginale ad affrontare entrambi”.

Tags: Cannabis , CBD , Enecta , Health , Hemp , Marijuana , THC , Vape
Leave a comment

Please note, comments must be approved before they are published