page loader

Israele depenalizza Marijuana “Persone normali non più criminali”

Il Ministro della Giustizia Shaked ha definito il provvedimento come "una pietra miliare, migliaia di persone normali non saranno più considerate criminali".

March 06, 2017
| | |
150 Likes
| Shares:
Image Carousel

 

Israele, da sempre Paese leader sul tema della Cannabis Terapeutica e della Ricerca, ha compiuto un nuovo passo in avanti perché il Governo ha approvato un piano per la depenalizzazione dell’uso della Cannabis.

Il dispositivo di Legge stabilisce che è vietato fumare marijuana in luoghi pubblici, chi viene beccato per la prima volta non viene perseguitato penalmente ma multato.

La multa è di circa 300 euro e sarà raddoppiata se si viene di nuovo scoperti, mentre alla terza volta è prevista la libertà vigilata, mentre la quarta volta che si viene scoperti a fare uso di Cannabis in un luogo pubblico la sanzione amministrativa si trasforma in reato penale.

Il Ministro della Giustizia Ayelet Shaked, ultra conservatore, ha definito il provvedimento come "una pietra miliare, migliaia di persone normali non saranno più considerate criminali".

"L’utilizzo della Cannabis a scopo terapeutico si diffonderà ovunque, ormai questo è un movimento, una rivoluzione" affermava nei scorsi mesi Saul Kaye sulle colonne de L’Espresso. Kaye è il fondatore di "Israel Cannabis” un incubatore di startup ed ha lanciato un progetto molto interessante chiamato “CannaTech” che ha portato a Tel Aviv aziende agronome, hi – tech, investitori, e tutti coloro che sono interessati alla connessione tra le nuove teconologie con il mondo della Cannabis.

La storia tra Israele e la Cannabis è antica, comincia negli anni Sessanta quando Raphael Mechoulam ha studiato le proprietà della Cannabis isolando per la prima volta il THC.

Sarebbero di oltre 23mila persone il bacino di utenti che usano la Cannabis terapeutica, un numero verosimilmente destinato a crescere.

Da quel momento in poi il Paese ha investito in studi, ricerca e sviluppo del mondo Cannabis e di conseguenza cogliendo le opportunità economiche provenienti dal mercato.

La politica non sta a guardare e cerca di supportare il settore, infatti lo scorso giugno il ministro della Salute, Yaakov Litzman, ha adottato una riforma che regolamenta la filiera della Cannabis, dalla coltivazione fino alla distribuzione finale nelle farmacie.

Tags: Cannabis , CBD , Enecta , Hemp , Indica , Israel , Law , Marijuana , MedicalCannabis , News , Sativa , Study , Support , Terapy , THC
Leave a comment

Please note, comments must be approved before they are published

0
$0.00

Cart

X