page loader

La Cannabis di Stato da gennaio in farmacia

La Cannabis di Stato è pronta a fare il suo debutto nel mercato, il fabbisogno iniziale delle Regioni italiane dovrebbe essere di circa cento kilogrammi l’anno

December 12, 2016
| | |
150 Likes
| Shares:
Image Carousel

 

I primi venti kg di Cannabis prodotti dal Laboratorio militare di Firenze sono pronti per essere immessi nel mercato, da gennaio le Regioni che hanno fatto richiesta e le farmacie potranno avere a disposizioni il prodotto.

Dopo ritardi, annunci e smentite dunque la Cannabis di Stato è pronta a fare il suo debutto nel mercato come prodotto terapeutico, il fabbisogno delle Regioni italiane dovrebbe essere di circa cento kg l’anno e quindi la produzione non si fermerà anzi.

Dal 2007 in Italia è stata introdotta la possibilità di curarsi con la Cannabis, tuttavia veniva e viene tuttora importata dall’Olanda con costi insostenibili ed una burocrazia infinita.

La Cannabis di Stato se accompagnata anche ad una riforma di Legge, come quella che giace alla Camera, potrebbe dare una piccola svolta al Paese anche con risvolti interessanti, come testimonia il modello americano.

Restando in Italia, in attesa di conoscere i dettagli, sarà il medico di famiglia a prescrivere la cura attraverso la Cannabis e quindi la modalità di assunzione.

Il ministero della Salute nei mesi scorsi ha pubblicato un vademecum in “spiega” le casistiche, come analgesico per patologie che implicato spasticità quali le lesioni del midollo o la sclerosi multipla.

Come antidolorifico per i dolori cronici, chemioterapia, radioterapia. I campi di applicazione sono molteplici. La posologia è di due tipi, come decotto, mettendo a bollire le inflorescenze, oppure con un vaporizzatore con il quale si inalano i principi attivi senza che la sostanza venga bruciata.

Tags: Cannabis , CBD , Crystal , Enecta , Hemp , MedicalCannabis , Support
Leave a comment

Please note, comments must be approved before they are published

0
$0.00

Cart

X