page loader

La Cannabis può contrastare colesterolo e diabete?

Il team di ricercatori ha incrociato i dati mettendo in relazione il consumo di Cannabis con i valori della Glicemia, pressione sangue, colesterolo, insulina

February 10, 2017
| | |
150 Likes
| Shares:
Image Carousel

 

Le ricerche degli ultimi anni hanno evidenziato come la Cannabis e quindi i farmaci cannabinoidi possano contribuire a combattere le patologie del metabolismo.

Lo studio, pubblicato dall’American Journal of Medicine, è stato condotto dal dottor Murray Milltleman, dell’unità di ricerca epidemologica cardiovascolare del Beth Israel Deaconess Medical Center di Boston analizzando i dati di circa cinquemila pazienti, fumatori di Cannabis, in una età compresa tra i 20 e i 59 anni.

I dati forniti dal Natiolan Health and Nutirition Examination Survey, sono stati raccolti tra coloro che hanno donato il proprio sangue in occasione degli studi effettuati sul consumo di sostanze stupefacenti.

Il team del dottor Milltleman ha incrociato i dati raccolti tra il 2005 ed il 2010 mettendo in relazione il consumo di Cannabis con i valori della Glicemia, pressione del sangue, colesterolo, insulina.

Dallo studio è emerso che il campione che faceva un uso abituale di Cannabis presentava un livello di insulina inferiore del 16% e migliori livelli di colesterolo.
Un altro dato messo in evidenza dallo studio è che in questo campione risultava una minore presenza di pazienti affetti da diabete mellito.

Secondo il dottor Milltleman c’è dunque una correlazione tra il consumo di Cannabis e la riduzione di alcuni rischi quali il diabete.

Tutto ciò può sembrare in contraddizione perché tra i consumatori di Cannabis c’è l’effetto della cosiddetta “Fame Chimica” che porta a pensare l’opposto o come la stessa applicazione della Cannabis in ambito terapeutico per sviluppare l’appetito.

 - Per saperne di più: Cannabis e Fame

Lo studio pubblicato su Nature, dimostra come la Cannabis è in grado di ingannare il circuito dei neuroni che regolano il consumo di cibo, ribaltando il funzionamento di un gruppo di neuroni che normalmente affermano il senso di sazietà, scatenando un forte senso di fame.

Tuttavia gli stessi cannabinoidi che agiscono sui recettori CB1 aumentando l’appetito esercitano anche una funzione di bilanciamento energetico nel metabolismo come ad esempio l’assimilazione dei carboidrati. E' scontato dire come la Cannabis possa essere e futuri studi lo diranno o meno, un valido supporto ma sicuramente non sarà sufficiente consumare Cannabis per combattere o prevenire ad esempio il dibete!

Tags: Cannabis , CBD , Enecta , Health , Hemp , MedicalCannabis , News , Support , THC
Leave a comment

Please note, comments must be approved before they are published

0
$0.00

Cart

X