page loader

La Marijuana limita l’abuso di medicinali oppiacei

  Lo studio ha esaminato gli incidenti stradali avvenuti in 18 Stati analizzando i casi di positività agli oppioidi L’aumento della legalizzazione della marijua

October 05, 2016
| | |
150 Likes
| Shares:
Image Carousel

 

Lo studio ha esaminato gli incidenti stradali avvenuti in 18 Stati analizzando i casi di positività agli oppioidi

L’aumento della legalizzazione della marijuana sta portando ad una drastica riduzione dell’uso di prodotti analgesici e a base oppiacea. E’ questo il dato che emerge negli Stati Uniti dopo il processo di legalizzazione sulla base di uno studio condotto dal Dipartimento di Epidemiologia della Columbia’s Malilman School of Public Health pubblicato sull’America Journal of Public Health.

Lo studio ha esaminato gli incidenti stradali avvenuti in 18 Stati analizzando i casi di positività agli oppioidi.

Negli Stati in cui la marijuana è stata legalizzata si riscontra una drastica riduzione dell’uso di oppioidi nei guidatori che vanno dai 21 ai 40 anni, quindi i cittadini se sono nelle condizioni di poter scegliere preferiscono usare la marijuana.

Ciò ha scatenato un vero e proprio dibattito negli States in cui sono state coinvolte anche le case farmaceutiche produttrici di farmaci a base oppiacea.

Secondo testimonianze raccolte da inchieste giornalistiche come quella della CNCB alcuni farmaci sono stati promossi anche per casi che non richiedevano l’utilizzo di oppiacei, cioè sembra sia stato possibile anche dietro premi di denaro a favore di numerosi medici causando ovviamente tutta una serie di problemi per i pazienti.

Questi medicinali a base di oppiacei posso creare una forte forma di dipendenza oltre a tutte le controindicazioni del caso.

Se la marijuana si colloca come un’alternativa valida e credibile a questo tipo di farmaci sono numerose le cause farmaceutiche che stanno finanziando le campagne contro la legalizzazione della marijuana.

L’obiettivo messo nel mirino da coloro che ostacolano la legalizzazione è il prossimo referendum di novembre, quando nuovi Stati dovrebbero aprire al mondo della marijuana.
Il referendum chiederà agli elettori se la Cannabis dovrà essere legalizzata nei rispettivi Stati e come dovrà essere regolamentata.

Sulla scia del modello Colorado, il referendum americano potrebbe avere risvolti a livello globale, influenzando le politiche europee in materia, Italia compresa.

Tags: Cannabis , CBD , Enecta , Hemp , Marijuana
Leave a comment

Please note, comments must be approved before they are published