page loader

Lo studio, il CBD aiuta a riparare le fratture

Il CBD supporterebbe le nostre fratture a guarire più velocemente e a rafforzare le ossa più forti di quanto non fossero prima. Sarebbe questo il risultato che emerge da uno studio condotto dai ricercatori della Tel Aviv University e Università Ebraica pubblicato sul Journal of Bone e su il Mineral Research. “Abbiamo s

August 17, 2016
| | |
150 Likes
| Shares:
Image Carousel

Il CBD supporterebbe le nostre fratture a guarire più velocemente e a rafforzare le ossa più forti di quanto non fossero prima. Sarebbe questo il risultato che emerge da uno studio condotto dai ricercatori della Tel Aviv University e Università Ebraica pubblicato sul Journal of Bone e su il Mineral Research.

“Abbiamo scoperto che il CBD da solo rende le ossa più forti durante la guarigione, migliorando la maturazione della matrice di collagene, che fornisce la base per la nuova mineralizzazione del tessuto osseo", ha detto il ricercatore Yankel Gabet. “Dopo essere stati trattati con CBD, l'osso guarito sarà più difficile da fratturare in futuro".

Il CBD potrebbe rivoluzionare in maniera radicale la modalità con cui milioni di persone hanno supportato le cure per le diverse patologie con cui hanno dovuto confrontarsi fino ad oggi.  "Il potenziale clinico a questo punto è semplicemente innegabile", afferma Gabet. "Mentre c'è ancora un sacco di lavoro da fare per sviluppare terapie appropriate – continua il ricercatore -  è chiaro che è possibile raggiungere un obiettivo attraverso una terapia basata sul CBD , l'agente principale nel nostro studio, che è soprattutto anti- infiammatorio e non ha psicoattività".

La cosiddetta Cannabis medica attualmente è utilizzata principalmente per il dolore cronico, per ridurre gli effetti collaterali della chemioterapia e per migliorare l'appetito nei pazienti affetti da AIDS. Ha anche mostrato risultati promettenti nella regolazione di zucchero nel sangue e rallentare la progressione del virus HIV. E 'anche oggetto di ricerca come trattamento per la sclerosi multipla e morbo di Parkinson.

Uno studio del 2013 pubblicato dalla rivista Neuropsychopharmacology emerge come il CBD possa rivelarsi efficace come antipsicotico nel trattamento della schizofrenia e paranoia, ma senza gli effetti collaterali pericolosi. Altri studi hanno confermato l'efficacia del CBD come un antipsicotico di sicurezza.

 

Fonti:

scienceworldreport.com

business-standard.com

dnaindia.com 

huffingtonpost.com  

timesofisrael.com

Tags: Cannabis , CBD , Enecta , Hemp , Terapy
Leave a comment

Please note, comments must be approved before they are published