Lo Studio: quanta Cannabis è troppa per guidare?

Lo Studio: quanta Cannabis è troppa per guidare?

 

La legalizzazione della marijuana e il tema della sicurezza stradale è un tema complesso a cui è difficile dare una risposta certa sulla correlazione tra la presenza di THC nel sangue e la perdita di sicurezza alla guida.

L’Organizzazione statunitense “AAA Foundation For Traffic Safety”, specializzata nella promozione di politiche legate alla sicurezza stradale, ha realizzato uno studio che dimostra come nei sei Stati che hanno legalizzato la marijuana le leggi applicate sugli automobilisti non hanno nessun validità scientifica.

Lo studio afferma che la presenza di THC nel sangue oltre una certa soglia non permette di stabilire in maniera certa se compromette o meno la capacità delle persone alla guida.
In Colorado, la presenza di almeno 5 nanogrammi di THC potrebbe portare ad una accusa di guida sotto effetto di sostanza stupefacenti, al processo è possibile fornire prove per dimostrare che la propria capacità di guida non era stata compromessa dalla presenza del THC.

Le proposte di Legge più severe chiedono le punizioni per i conducenti nel cui corpo vengono trovate tracce di THC, ciò però comporterebbe il divieto di guida per settimane dopo aver fumato una canna, dato che il nostro corpo lo assorbe in maniera diversa rispetto ad esempio all’alcool.

Radley Balko in un articolo sul Washington Post dice: “Percentuali più alte di marijuana potrebbero essere riscontrate in qualsiasi ampio campione di persone. Questo non significa necessariamente che l’assunzione di marijuana abbia causato o che abbia avuto un ruolo negli incidenti o nelle violazioni del codice stradale”.

“Allo stesso tempo, però, neanche questa è una prova che la marijuana non sia stata un fattore in almeno alcuni di quegli incidenti. Ma è proprio questo il punto: i test condotti dopo gli incidenti non riescono a chiarire se la marijuana c’entrasse o meno”.
In un momento storico in cui sempre più Paesi stanno aprendo alla legalizzazione della marijuana è necessario stabilire un metodo certo per tutelare la sicurezza dei cittadini ma non solo.

L’AAA Foundation For Traffic Safety conclude il suo studio affermando che gli studi finora condotti e le leggi prodotte sono del tutto inefficaci e suggerisce l’inserimento di altri elementi di valutazione come il miglioramento della tecnologia necessaria in grado di valutare gli effetti temporanei della Cannabis e il parere di uno specialista.

0 comments

Write a comment

Comments are moderated