page loader

Vapers, allarme sulla moda del “Dripping”

Secondo i ricercatori ci sarebbe il pericolo di “aumentare l'esposizione a tossine e nicotina, potrebbero sprigionarsi anche altre sostanze..."

February 09, 2017
| | |
150 Likes
| Shares:
Image Carousel

 

Cresce tra i giovani Vapers la pratica del "dripping", cioè inalare i vapori prodotti dal gocciolamento della nicotina liquida direttamente sulle bobine di riscaldamento della e-cig.
Perché? Ottenere nubi di vapore più spesse e dal gusto più forte.
 
Secondo i ricercatori, come riporta Sky News, ci sarebbe il pericolo di “aumentare l'esposizione a tossine e nicotina. E non solo. Gli scienziati sottolineano che potrebbero sprigionarsi anche altre sostanze chimiche nocive, tra cui la formaldeide”.
 
Lo citato è stato realizzato a Yale e pubblicato sulla rivista Pediatrics, il primo ad indagare la diffusione del "dripping" tra i teenager. Obiettivo del team di ricerca è quello di approfondire l'eventuale tossicità dei vapori.
 
La questione sicurezza per le e-cig è ancora molto dibattuta, secondo uno studio pubblicato su Annals of Internal Medicine dal punto di vista delle sostanze cancerogen che potrebbero provocare il cancro le sigarette elettroniche sono più sicure di quelle tradizionali.
 
I ricercatori dell'University College di Londra hanno studiato due gruppi di fumatori: in coloro che erano passati alle e-cig dopo sei mesi i livelli di tossine erano molto più bassi rispetto a chi aveva continuato con le classiche sigarette.
 
I risultati, sottolineano gli autori dello studio, suggeriscono che "le e-cig, così come altri sostitutivi delle sigarette, sono molto più sicure di quelle convenzionali, e possono essere un supporto utile a lungo termine per quei pazienti che hanno difficoltà a smettere con altri mezzi".
 
Secondo uno studio condotto dalla Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health nei liquidi delle sigarette elettroniche di prima generazione sono stati trovati alti livelli di cinque metalli tossici quali cadmio, cromo, piombo, manganese e nichel. Tuttavia gli scienziati non sono riusciti a stabile se questi “livelli siano pericolosi”.
 
Siamo certi che proseguiranno le ricerche sul tema per stabilire i giusti criteri di sicurezza qualora fossero venuti a mancare nei dispositivi in commercio.
 
Nel nostro Blog abbiamo sempre parlato del Vape nella sua accezione di “Vape Terapy” e non come un mero strumento di supporto, senza nicotina e all’insegna del Benessere. Per saperne di più clicca Qui

Tags: Health , Hemp , Industry , MedicalCannabis , News Enecta , Support , Vapers , Work
Leave a comment

Please note, comments must be approved before they are published