2017, il Canada legalizza la Cannabis per uso ricreativo

2017, il Canada legalizza la Cannabis per uso ricreativo

 

Il Canada si candida ad essere uno dei più grandi Paesi la mondo che legalizzerà la marijuana a scopo ricreativo.

Nel 2017 il governo di Ottawa ha annunciato che nel 2017 legalizzerà la marijuana
"Siamo convinti che sia il modo migliore per proteggere i nostri giovani – ha affermato il ministro della Salute canadese Jane Philpott -  aumentando, allo stesso tempo, la pubblica sicurezza".

"Sappiamo che è impossibile superare questo problema a suon di arresti" ha detto il ministro a margine di un’assemblea delle Nazioni Unite.

Philpott, il cui cognome, ironicamente, contiene la parola “pot”, ovvero “erba”, ha giudicato fallimentare la 'war on drugs' lanciata da Washington negli anni '70.

Nel frattempo già dall’inizio dell’anno, in realtà, il primo ministro canadese Justin Trudeau ha dato mandato all'ex capo della polizia di Toronto, Bill Blair, di occuparsi delle norme che regoleranno il mercato in seguito alla legalizzazione. Il Governo ha nel contempo realizzato un comitato di 80 “Esperti” che si sono occupati di come mettere in atto quello che appare a molti come una vera rivoluzione culturale.

Trudeau, che ha ammesso di aver fumato marijuana "cinque o sei volte" nella sua vita, ha spiegato in passato di essere favorevole a un superamento del proibizionismo, anche perche' suo fratello Michel, ucciso da una valanga nel 1998, era stato incriminato per il possesso di una "piccolissima" dose di cannabis.

Secondo stime risalenti al 2014, un canadese su 35 fuma abitualmente marijuana. Da un recente sondaggio dell'istituto Angus Reid e' poi emerso che due canadesi su tre sono favorevoli al progetto del governo. 

Simbolicamente l’annuncio del nuovo corso antiproibizionista ci sarà il 20 Aprile, il giorno in cui gli amanti della cannabis celebrano il loro hobby favorito nel solco della tradizione controculturale.

L’Uruguay è l’unico Paese al mondo ad aver legalizzato la marijuana ad uso ricreativo, negli Stati Uniti c’è la legge nazionale che vieta l’uso ricreativo ma l’amministrazione Obama ha permesso ai singoli Stati di legiferare in materia, così come il referendum dello scorso novembre.

0 comments

Write a comment

Comments are moderated