page loader

Cannabis Terapeutica in Italia: 5 cose da sapere!

"Nelle Regioni in cui la Cannabis è a pagamento essa può essere prescritta per qualsiasi patologia riscontrata dal medico di base, previa ricetta"

March 22, 2017
| | |
150 Likes
| Shares:
Image Carousel

 

Dall’inizio del 2017 l’Italia sta producendo la cosiddetta Cannabis di Stato, per dare vigore ad un settore che sembra in lenta ma costante crescita.

Spesso però le informazioni sul Tema non sono accessibili o chiare per tutti, in questo articolo cercheremo di fare chiarezza su alcuni aspetti che riguardano la Cannabis Terapeutica in Italia.

1 – In Tutte le regioni italiane, a pagamento, da ormai 4 anni la Cannabis Terapeutica può essere prescritta per l’acquisto incluse Regioni Autonome o a Statuto Speciale.

2 Solo poche Regioni, cioè Toscana, Puglia, Liguria, Campania, Emilia Romagna, Piemonte e Veneto riconoscono pienamente la possibilità di fornire gratuitamente la Cannabis. Alcune Regioni permettono l’importazione dei cannabinoidi direttamente dall’Olanda e richiedendo al paziente solamente il pagamento di una quota per le spese burocratiche di importazione e gestione della richiesta.
 
3 – Nelle Regioni in cui la Cannabis è a pagamento essa può essere prescritta per qualsiasi patologia riscontrata dal medico di base, previa ricetta. Se invece il costo delle cure è a carico del sistema sanitario regionale essa è destinata alle sole “indicazioni terapeutiche che la Regione ha accreditato come riconosciute“.
 
Attualmente, gli utilizzi riconosciuti dal DM 9/11/2015 per la prescrizione gratuitamente a carico SSR sono: sclerosi multipla, dolore oncologico  e cronico, cachessia (in anoressia, HIV, chemioterapia), vomito e inappetenza da chemioterapici, glaucoma, sindrome di Tourette. Tuttavia ogni Regione è autonoma nel decidere quali patologie rientrano nella distribuzione gratuita e quali no.
 
4 –  Non è cambiato nulla circa l’autocoltivazione lo spaccio e la legalizzazione, tutto resta illegale come sempre. Nell’agenda della politica non sembra un tema prioritario anche se nei giorni scorsi si è riacceso il dibattito sul tema della Legalizzazione.
 
 
5 - I pazienti in terapia con la Cannabis dovrebbero essere esentati dalla guida di veicoli o dallo svolgimento di lavori che richiedono allerta mentale e coordinazione fisica per almeno 24 ore dopo l’ultima somministrazione con cannabis per uso medico.

 

fonti: farmagalenica

Tags: Enecta , MedicalCannabis , News , Research , Support , Terapy , THC
Leave a comment

Please note, comments must be approved before they are published