page loader

CBD e Doping, cosa dice la Legge?

  Quale connessione esiste tra Cannabis e Doping? I Giochi Olimpici di Rio del 2016 sono stati i primi ad avere una regolamentazione apposita per quanto riguarda la Cannabis. In cosa consiste questa nuova norma? Ben Nichols, Agenzia antidoping: “Le nostre informazioni ci suggeriscono che la nuova soglia è un tentativo

June 07, 2017
| | |
150 Likes
| Shares:
Image Carousel

 

Quale connessione esiste tra Cannabis e Doping? I Giochi Olimpici di Rio del 2016 sono stati i primi ad avere una regolamentazione apposita per quanto riguarda la Cannabis.

In cosa consiste questa nuova norma? Ben Nichols, Agenzia antidoping: “Le nostre informazioni ci suggeriscono che la nuova soglia è un tentativo di assicurare che nelle competizioni venga rilevato l’uso contestuale, e non l’uso nei giorni o nelle settimane precedenti o successive”.

Nel 2013 l’Agenzia Mondiale Anti Doping (WADA) ha innalzato i livelli di principi attivi della Cannabis per gli atleti da 15 nanogrammi per ml a 150 rappresentando una notizia positiva per quegli sportivi che preferiscono usare questo prodotto al posto ad esempio degli oppiacei e quindi se trovati positivi alla Cannabis entro questi limiti non verranno squalificati.

         

               

 

Indirettamente rispondiamo così anche a tanti dei nostri lettori/sportivi che ci chiedono “Ma il CBD è doping?” Assolutamente ‘NO’ non lo era prima di questa Legge in quanto è il THC l'elemento psicoattivo e non lo è soprattutto ora alla luce di questa nuova norma.

Pierluigi Catalano, atleta di cui Enecta è mani sponsor, usa regolarmente il CBD per alleviare i suoi dolori muscolari dopo le gare o dure sessioni di allenamento.

In quali casi un atleta può essere espulso? Un atleta può essere espulso se “è stata assunta una sostanza che aumenta le prestazioni, la sostanza rappresenta un pericolo per la salute dell’atleta oppure viola lo spirito dello Sport”.

In questo senso la Cannabis era originariamente causa di espulsione perché ritenuta violare lo spirito dello sport.

Finisce così l’epoca in cui agli sportivi trovati positivi alla Cannabis venivano tolti titoli e medaglie e messi alla gogna mediatica e pubblica, il che si tramutava nella quasi totalità dei casi alla chiusura della carriera, tra perdita di credibilità e a seguire degli sponsor.

 

Tags: Cannabis , CBD , Enecta , Health , Hemp , MedicalCannabis , News , Performance , Relax , Sport , Support
Leave a comment

Please note, comments must be approved before they are published